campi continui

Biprisma ottico

Un modo semplice per osservare interferenza consiste nel prendere una sorgente di luce e farla incidere su un biprisma ottico o biprisma di Fresnel.
Un biprisma ottico è mostrato schematicamente nella seguente figura:

biprisma ottico

Biprisma ottico: viene mostrata l’interferenza dalle due sorgenti virtuali

La luce emessa da una sorgente puntiforme S viene rifratta dal biprisma come mostrato nella figura, in modo che si formino due immagini virtuali di S, chiamate S1 ed S2. La luce proveniente da queste due immagini virtuali si sovrappone nella zona indicata in figura e lì avviene interferenza e sullo schermo posto in A si osserva la figura di interferenza:

Immagine interferenza biprisma ottico

Frange di interferenza da biprisma ottico

Possiamo anche pensare al biprisma di Fresnel come ad un dispositivo che in pratica produce interferenza tra i due pennelli rifratti dal biprisma stesso come rappresentato molto semplicemente nella seguente figura.

modello luce incidente e rifratta dal biprisma ottico

Schema di funzionamento di un biprisma ottico

 

Questa figura sarà utile in seguito quando costruiremo l’analogia tra l’interferenza prodotta da un fascio luminoso e l’interferenza prodotta da un fascio elettronico.