Secondo principio della termodinamica

pagina precedente indice quarta Gpagina successiva

Non è possibile realizzare il moto di seconda specie e quindi non è realizzabile il motore che possa utilizzare al 100% l'energia messa a sua disposizione. Siamo costretti pertanto a dover introdurre un nuovo numero indice che chiameremo rendimento ( h).

η = L / Q


Enunciati

CLAUSIUS Non si può realizzare una trasformazione il cui unico risultato sia il trasferimento spontaneo di calore da una sorgente ad una certa temperatura ad un secondo corpo a temperatura maggiore.
KELVIN Non è possibile alcun processo ciclico il cui unico risultato sia la trasformazione in lavoro di un'equivalente quantità di calore sottratta ad un'unica sorgente a temperatura costante.

Il secondo enunciato non è altro che la constatazione dell'impossibilità di realizzare il moto perpetuo di seconda specie utilizzando tutta l'energia sottratta alla sorgente calda .

Come vedremo trattando i motori il rendimento si abbassa perché il sistema per tornare ciclicamente alle condizioni iniziali deve cedere calore (non più riutilizzabile) ad una sorgente fredda.

Il calore così trasferito è un "CALORE DEGRADATO". L'enunciato di CLAUSIUS, ci fa capire che è impossibile ritrasferire questo calore alla sorgente calda.

 

pagina precedente indice quarta Gpagina successiva